UN NO DI CLASSE CONTRO LE ILLUSIONI ISTITUZIONALI

Oggi come Partito Comunista dei Lavoratori siamo davanti a tutte le sedi della CGIL in Romagna per reclamare un sindacato che lotti, che organizzi i lavoratori affinché vinca il NO. Un NO di classe, contro il NO delle destre, e che non vuole illudere la classe lavoratrice sulla natura della Costituzione, tutta a favore della grande proprietà privata.
Contro le illusioni dei sacerdoti costituzionalisti, affermiamo la necessità di promuovere i comitati del NO sui luoghi di lavoro, affinché sia la classe lavoratrice, dalle fabbriche, dai quartieri, dalle piazze, a dire NO a Renzi ed alla riforma costituzionale, che è solo un pezzo del suo attacco generale alle nostre condizioni di vita. Il referendum è solamente uno strumento occasionale della lotta contro banchieri, industriali e governo Renzi, non il primo passo per un’impossibile nuova stagione di magnifiche riforme e progressive, guidate magari dagli scarti riciclati del vecchio centrosinistra.
L’unica concreta risposta alle politiche autoritarie e di austerità è la ripresa del movimento operaio, è la conquista di un sindacato di massa, combattivo, classista, democratico.

Il PCL davanti alle sedi CGIL in Romagna

Il #PCL Romagna volantina contemporaneamente davanti a tutte le sedi #CGIL del territorio per denunciare la passività delle burocrazie sindacali, le connivenze con un governo #Renzi che ha emanato le peggiori leggi antioperaie del dopoguerra e un debole e fiacco #NO al referendum costituzionale…

Pubblicato da Partito Comunista dei Lavoratori – Romagna su Sabato 29 ottobre 2016

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.