17 DICEMBRE GIORNATA DI LOTTA NAZIONALE IN BRT

da SOL Cobas

Grazie a una lunga battaglia alla BRT di Gatteo gli operai sono riusciti ad ottenere la regolarizzazione di diversi lavoratori precari, il passaggio a full-time, il rispetto del Contratto Nazionale e alcune indennità aggiuntive. Diritti conquistati che ovviamente hanno intaccato il business del colosso italiano dei trasporti (ora passato alla gestione delle Poste francesi tramite la DPD) e dei caporali della cooperativa DI. Logistica che operava al suo servizio

Un duro colpo economico per i padroni, che hanno risposto cercando di aumentare la produttività e, allo stesso tempo, di eliminare i principali organizzatori della lotta. Solo questo spiega il licenziamento di 15 attivisti del SOL Cobas interno al magazzino: una chiara forma di ritorsione contro lo sciopero bianco che i lavoratori avevano attuato per imporre il rispetto dei carichi massimi di lavoro previsti dalla normativa europea e mondiale per la sicurezza sul lavoro (9 colli al minuto contro i 15 pretesi dall’azienda).

Una reazione padronale violenta che però non ha fermato gli operai, che non é riuscita a distruggere il sindacato che continua a resistere e, anziallargando la lotta anche a Milano e Rovereto.

Di fronte a questa resistenza, intanto, la (ex) BRT decide di disfarsi della scomoda presenza della cooperativa DI. Logistica che si è dimostrata incapace di gestire l’organizzazione del lavoro all’Interno del magazzino e producendo ulteriori danni economici dovuti alla sostituzione dei 15 licenziati con un numero almeno doppio di operai tramite agenzie interinali.

Oltre alle motivazioni qui esposte riteniamo che di fronte ad un cambio appalto straordinario e motivato politicamente come quello in corso é opportuna la massima compattezza degli operai all’Interno del magazzino non solo per sostenere la dura battaglia per il reintegro dei 15 licenziati ma anche per garantire la salvaguardia dei diritti di tutta la forza lavoro in servizio

  • Per un cambio appalto condotta con trasparenza e sotto il controllo operaio
  • Mantenimento delle condizioni in essere (mansioni, livelli, anzianità e indennità varie)
  • Garanzia per i lavoratori che avevano già concordato perìodi di assenza
  • Conservazione dei diritti previsti dall’art.18 contro i licenziamenti illegittimi, compresi i 15 lavoratori licenziati che hanno fatto ricorso contro DI Logistica.

SOL-COBAS, SINDACATO OPERAI in LOTTA
Sede Legale e operativa-Via Cesare Arici, 30, cap-20127, Milano(Mi)
sito web: www.solcobas.org, e-mail: solcobas@legalmail.it

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.