Per cosa ca#*o studiamo?

Le ultime riforme e gli ultimi decreti hanno contribuito in maniera eclatante e tangibile a distruggere il mondo della scuola e a privare gli studenti di diritti che dovrebbero essere riconosciuti come fondamentali.

Ne è il perfetto esempio la “Buona Scuola” e la sua alternanza scuola-lavoro che, anziché risolvere il problema della disoccupazione giovanile, non fa altro che creare sfruttamento giovanile, lavoro gratuito e lavoro nero che viene istituzionalizzato, poiché non garantisce alcun tipo di assunzione.

Si parla di ragazzi che hanno già pagato a caro prezzo queste condizioni, anche con la vita, poiché lo Stato e le imprese sfruttatrici non si sono dimostrate in grado di garantire loro sicurezza, essendo troppo concentrati sui propri profitti.

Questo sistema fa schifo!

Non è all’altezza del proprio compito!

Non si vogliono formare persone autonome, autentiche, ma si vogliono creare numeri, atomi al servizio di un sistema a cui viene insegnato solo a obbedire e a eseguire compiti come macchine! I test Invalsi ne sono la prova più concreta. I continui tagli alla scuola pubblica in favore della scuola privata hanno contribuito ad annientare l’intera istruzione.

Programmi scadenti e insegnanti demotivati dalla condizione di precariato nella quale versano, costretti ad abbandonare le proprie classi dopo un anno, senza aver occasione di vedere i frutti del proprio lavoro fanno da contorno a questo misero panorama.

E che dire del mondo del lavoro?

Chi esce dalla scuola superiore o dall’università è spesso costretto a fare lavori malpagati, precari, con contratti capestro che dimostrano la situazione disumana in cui molti ragazzi saranno costretti a spendere anni della loro vita per un misero salario.

Cambiare si può e si deve! Se sei contro queste disparità e contro l’asservimento a questo iniquo sistema, aderisci al Partito Comunista dei Lavoratori!
Solo la rivoluzione cambia le cose!

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.