Domani il PCL Romagna sarà in piazza a Forlì contro le aggressioni fasciste

Domani alle ore 15.00 al Piazzale del Foro Boario dì Forlì, il PCL Romagna parteciperà alla Street Parade antifascista e antirazzista.

Contro le minacce fasciste, che sono giunte a Forlì anche in queste ore, non si può chinare la testa e ritirarsi in buon ordine come fanno ANPI, ARCI e CGIL, sempre più succubi di un Partito Democratico che tanto ha fatto per sdoganare i fascisti. È la rinuncia in partenza ad una possibile dinamica di massa, l’ennesima subordinazione al PD e alle sue amministrazioni, in nome di una pace sociale che pace non è, ma è la guerra dei padroni contro i lavoratori e dei fascisti contro gli ultimi di questa società. Di fronte a tutto questo non può esserci alcun passo indietro, anzi la risposta deve essere ancor più determinata e di massa. Se il governo vieta una manifestazione segnatamente ANTIFASCISTA, come quella di Macerata, legata a una vicenda di cronaca nemmeno a questioni specificamente amministrative, perché teme che possa creare tensioni e disordini, significa che quelle tensioni e quei disordini se li sente rivolti contro. Perché il fascismo l’ha già dentro.  È una confessione. Un’ammissione di colpa e una dichiarazione d’intenti per il futuro.

 

La battaglia antirazzista e antifascista deve unire più che mai la campagna per la difesa dei migranti alla battaglia contro il capitalismo e tutti i partiti che lo governano, o che ambiscono a governarlo. Il capitalismo è miseria sociale e morale. Solo un governo dei lavoratori può fare pulizia.

Noi non faremo alcun passo indietro.

 

 

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.