#CentoAnni – Conferenza pubblica a Milano – 4 Novembre 2017 – Marco Ferrando

Cento anni dopo la Rivoluzione d’ottobre, il capitalismo attraversa la crisi più profonda degli ultimi decenni. Il crollo dell’URSS e la restaurazione capitalistica in Cina non hanno prodotto un rilancio storico del capitalismo, ma una nuova contesa per l’egemonia mondiale tra vecchi e nuovi imperialismi. Parallelamente, il vecchio compromesso sociale tra capitale e lavoro, sospinto nel dopo guerra dall’esistenza dell’URSS, lascia il posto ad una profonda regressione di conquiste e diritti della classe lavoratrice. L’Europa è al centro di questa regressione storica. Come un secolo fa, la crisi combinata del capitalismo e del riformismo ripropone la prospettiva della rivoluzione socialista quale unica soluzione progressiva della crisi dell’umanità.

Nel cuore dell’Europa, Syriza e Podemos configurano una nuova illusione riformistica proprio nel momento storico in cui essa è priva di una base materiale. Tutta la loro esperienza è e sarà la documentazione viva di questa illusione. Ogni eventuale simulazione di quel “modello”, non farebbe che riproporne le insuperabili contraddizioni.

La ricostruzione di una sinistra rivoluzionaria non può essere un’improvvisazione. Richiede un bilancio di verità del movimento operaio del ‘900, a partire dalla pagina tragica dello stalinismo. La riattualizzazione delle concezioni di Lenin, Trotsky, Rosa Luxemburg e Gramsci è parte insostituibile del recupero del nostro patrimonio, così come un secolo fa il recupero e il rinnovamento del programma di Marx fu alla base della nascita della Terza Internazionale e dello stesso successo della Rivoluzione d’ottobre.

 

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.