Marcegaglia Forlì – Seconda fregatura (Il silenzio dei colpevoli)

13256449_262534757468319_6836072274151229402_nNon paghi del mancato pagamento del premio (solita scusa del decreto e della Gazzetta ufficiale, anche se pare che qualcosa alla fine finalmente si muova), ci ritroviamo a rammentare la reale situazione di un contratto che ha dell’incredibile per quanto sia peggiorativo. Ci sarebbe da ridere se non fosse che quando prendono in giro gli operai è una sconfitta per tutti loro.

Per questo vi invitiamo a chiedere alla RSU perché, nonostante le tante problematiche e il mancato rispetto di alcuni punti importanti di questo pessimo accordo aziendale (dopo solo pochi mesi!), non sia stata indetta una sola assemblea informativa o uno scialbo comunicato ai lavoratori!

Chiedete come mai il capodelegazione della “combattiva” FIOM non si sia mai più visto nonostante le criticità che il “suo” contratto ha partorito.

Chiedete loro quanti sono gli operai già fuori dal bonus legato ai pochi giorni di malattia. Chiedete come mai si è deciso (senza consultarvi) di rivedere in peggio il bonus del sabato e accettare il pagamento del buono benzina dopo aver lavorato almeno 5 sabati, in pratica se fate quattro sabati in un anno il buono lo prendete l’anno dopo… incredibile!
Chiedete perché non ci sarà l’aumento della mensa di 40 centesimi per migliorare concretamente il pasto smentendo la promessa fatta in assemblea pre-firma del contratto dagli stessi burocrati sindacali! Chiedete perché, nonostante vi fossero molti “indizi” di un peggioramento delle condizioni del contratto, non si è voluto scioperare neanche un’ora proprio per cercare di avere un contratto migliore, riuscendo addirittura a peggiorare il brutto contratto precedente!

Chiedete perché tanto mistero e soprattutto tanto silenzio, forse è solo timore di affrontare le giustissime critiche dei lavoratori o gli è stato insegnato così dal loro capo-delegazione o dai burocrati locali?

Forse gli è stato detto che gli operai lasciati nel più totale isolamento e disinformazione alla fine finiscono per arrendersi o ancora peggio a credere alle favole o forse è stato detto a questa RSU omertosa che bisogna mentire loro e farlo con stile?

Il loro è un silenzio colpevole, la loro totale inadeguatezza (perché vogliamo sperare che si tratti comunque di buonafede) porta gli operai a subire le peggiori angherie e peggioramenti.

Prima un salario d’ingresso che penalizza oltremodo i giovani assunti come se non bastasse il vergognoso Jobs Act renziano.
Poi un premio non pagato nonostante le produzioni sempre ad alto livello che garantiscono lauti guadagni alla proprietà, passando per ferie non retribuite e poi cos’altro si inventeranno per colpire e sfruttare i lavoratori?

Cosa uscirà al prossimo giro dal cilindro del padrone?
Sarà la quattordicesima? Sarà l’indennità di turno? Che sia un’ulteriore peggioramento sulle condizioni di lavoro o sulla sicurezza in fabbrica? Oppure potrebbe essere persino il licenziamento?

Solo i lavoratori devono decidere del loro futuro tramite le assemblee e le discussioni che da esse emergono, solo i lavoratori possono decidere come lottare per ottenere e mantenere diritti e un giusto salario, se una RSU (di qualsiasi colore essa sia) non informa e firma qualsiasi cosa il padrone le chiede senza consultarsi con chi dovrebbe rappresentare, quella RSU è assolutamente inadeguata e probabilmente collusa con burocrati sindacali e padroni!

Il Partito Comunista dei Lavoratori è come sempre dalla parte degli operai della Marcegaglia di Forlì e li invita a ribellarsi con una dura lotta, con la massima partecipazione, e a esigere le dimissioni di questa RSU prima di ulteriori gravi danni agli interessi dei lavoratori stessi.

Cellula  operaia Partito Comunista dei Lavoratori sez. Romagna

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.