Il PCL risponde a “La Voce di Romagna”

La Voce 11-4

In risposta al dubbio sollevato dall’autore dell’articolo su La Voce del 11/04 contenente il nostro comitato stampa sottolineiamo la capziosità della domanda posta “chi è più fascista? Salvini che arringava la folla o gli scalmanati?” (vedi foto).

Non c’è, infatti, paragone tra chi fa del razzismo, del populismo e del nazionalismo (dopo esser stato fieramente padano per molti anni) il proprio programma politico e chi in nome di una società più libera e più giusta lo contesta con gli strumenti che ha a disposizione. Non ha quindi senso, per noi, chiedersi “chi sia più fascista” tra chi vuole mettere in pratica questo fascismo e chi, invece, questo fascismo lo combatte.

Un ultimo pensiero: che beneficenza è quella che differenzia i bisognosi? Che beneficenza è quella che insegna a chi ha poco che se ha poco è colpa di chi ha ancora meno? Che beneficenza è quella che esclude invece di integrare? Non di questa beneficenza c’è bisogno, ma di coscienza, conoscenza ed inclusione. Occorre comprendere e spiegare che è questo sistema economico che, per struttura, impoverisce i più ed arricchisce i pochi e che proprio su ingiustizie e disuguaglianze economiche si sostiene e ricicla.

Il PCL sostiene i/le compagni/e nella lotta contro ogni oppressione e fascismo.

Partito Comunista dei Lavoratori

Sez. Romagna “Domenico Maltoni”
Forlì, Cesena, Rimini, Ravenna
Condividi:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.