• Senza categoria

La fregatura è sempre dietro l’angolo…

Di frecciarossa

 Circa un mese fa, noi del Partito Comunista dei Lavoratori criticammo l’iniziativa “Imbianchiamoci”, adottata dal comune di Forlimpopoli, con cui si chiedeva l’intervento di genitori volontari per imbiancare le aule delle scuole primarie De Amicis e Don Milani, affermando che tale iniziativa serviva a mascherare le politiche scellerate del comune (a guida PD) nella scuola, nella sanità e nei servizi.

La storia, come si suol dire, si ripete. Apprendiamo infatti che, nell’ultimo Consiglio comunale, l’amministrazione guidata dall’ex democristiano Grandini, ora PD, ha approvato un taglio di circa 62mila euro come previsto dal decreto legge 66 (quello dei famosi 80 euro in busta paga).

I tagli sono stati effettuati sulle spese per le elezioni, sul personale scolastico non docente, ma anche sui servizi sociali (scuola e non solo, 9.000 euro) e sulle mense (3.000 euro).

Le famiglie oggi sono invitate sempre più spesso a pagare (fondo cassa) per fotocopie, materiali didattici, cancelleria, ecc.

Non ci stancheremo mai di sottolineare come in questo caso, come per l’imbiancatura delle aule, non sia poi così difficile trovare le risorse. Occorre invertire la rotta della politica che il PD persegue a livello locale e nazionale, una politica che attacca lo stato sociale e i diritti dei lavoratori, tagliando invece i privilegi della chiesa (finanziamento delle scuole private in primis), le spese militari e tassando i grandi capitali.

Il Partito Comunista dei Lavoratori condanna l’ennesima misura sbagliata di un’amministrazione fallimentare, con cui si toglie ai molti per dare ai pochi, e rivendica una scuola pubblica e un sistema di servizi sociali laici, gratuiti e per tutti.

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.