• Senza categoria

L’esercito dei disoccupati

Redazione di operai Contro,

Nel 2014 la disoccupazione salirà, ma non oltre il 12,4%, prevedeva l’Istat nel novembre 2013.

Peccato che l’istituto di statistica abbia appena comunicato che il tasso è già al 13%, un nuovo massimo storico. Ci vorrebbe un miracolo perché entro fine anno cali tanto da riportare la media vicino alla percentuale prevista solo pochi mesi fa.

Matteo Renzi, il buffone, che dopo aver definito “sconvolgente” il dato Istat ha assicurato che “nei prossimi mesi o nei prossimi anni torneremo sotto la doppia cifra”.

Tutti i governi, di destra e sinistra, promettevano di ridurre la disoccupazione.

Il risultato è il seguente:
3,3 milioni di disoccupati

Disoccupati, zero lire di cassa integrazione.

Matteo Renzi, il buffone, ci invita a votarlo. Nel 2017 farà scendere la disoccupazione sotto il 10%.

Siamo un esercito. Non abbiamo più una fabbrica dove ritrovarci, molti di noi non l’hanno mai avuta.

Non abbiamo capi ne teorici, ma siamo un esercito.

Se non ci organizziamo ci macelleranno

Organizziamoci e portiamo la nostra lotta in tutta la città.

Politici e padroni, vivono contenti. I politici ingrossano i loro conti in banca e le loro proprietà.

I padroni si godono i soldi realizzati con il nostro sfruttamento.

Alcuni imbecilli, se scendiamo in piazza e lottiamo per i nostri interessi, ci chiameranno fascisti o qualunquisti.

Noi disoccupati sappiamo solo una cosa: questa società non è più in grado di assicurarci la vita.

Questa società dei padroni va abbattuta

Organizziamoci città per città. Non dobbiamo dare pace ai padroni e ai politici.

A morte lo stato dei padroni

Non vogliamo promesse ,ma soldi per vivere.

Un disoccupato di Torino

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.