• Senza categoria

Comizio PCL a Montecitorio

Il Partito Comunista dei Lavoratori (PCL) — in queste elezioni unica forza autonoma e riconoscibile della sinistra di classe e del movimento operaio — contrappone all’agenda capitalistica rivendicata da Monti, e difesa da Bersani, una agenda anticapitalista che parta unicamente dalle ragioni del lavoro. 
Un’agenda di mobilitazione e di lotta, ben al di là del voto. 
Un’agenda che riconduce le rivendicazioni immediate alla prospettiva di una Repubblica dei Lavoratori: in contrapposizione alla Repubblica dei capitalisti, o dei magistrati, o dei comici milionari. 
Nel quadro della campagna elettorale, il PCL organizza a Roma il 9 febbraio alle 14.30 un presidio/ comizio davanti alla camera dei deputati, in Piazza di Montecitorio. 
La lista degli interventi sarà comunicata nei prossimi giorni ma, fin d’ora, vi invitiamo ad intervenire numerosi. 
Vota e fai votare Partito Comunista dei Lavoratori, l’unico partito coerentemente contro il capitale e dalla parte dei lavoratori. 

Abolire il debito pubblico verso le banche strozzine e nazionalizzarle senza indennizzi per i grandi azionisti! Nazionalizzare e porre sotto controllo operaio le aziende che licenziano e che da anni hanno incassato soldi dallo stato non per creare lavoro ma per distruggere il lavoro o anche, come nel caso dell’Ilva, per avvelenare gli operai e la popolazione tutta. 
No al governo delle banche e del capitale! 
Governino i lavoratori! 
Solo la rivoluzione cambia le cose!

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.