• Senza categoria

Ripulire le città dall’immondizia xenofoba

Non si arrestano le provocazioni fasciste nella nostra provincia: all’imbocco della rotonda Saragat, quindi in un luogo visibile da migliaia di persone ogni giorno, è comparso alcune settimane fa a Pievesestina uno slogan corredato da una croce celtica (tipico simbolo neofascista).
Nonostante la visibilità della scritta e la posizione dello stabile vandalizzato (di fronte al cimitero, a 300 metri dalla chiesa) nessuna iniziativa per cancellare la scritta è stata presa nè da privati nè da enti pubblici. Il Partito Comunista dei Lavoratori sostiene fermamente il valore dell’antifascismo e vuole segnalare alla comunità cesenate la negligenza degli organi amministrativi; i casi sono due: o il quartiere Dismano, già sollecitato da un nostro compagno, non ha fatto pressione sull’Amministrazione Comunale, o quest’ultima è antifascista solo a
parole.
Resta il fatto che non ci sono state reazioni apprezzabili da parte della parrocchia di Pievesestina: evidentemente le scritte razziste non danno fastidio.
Il PCL auspica che la scritta venga rimossa al più presto e che gli abitanti del quartiere Dismano e dell’intero Comune di Cesena non siano mai indifferenti a tali manifestazioni razziste, sopratutto alla luce dalla recente aggressione di matrice neofascista avvenuta a Rimini, e alla xenofobia omicida che ha sconvolto la Norvegia il 22 luglio.
cellula giovani PCL Forlì-Cesena
Condividi:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.