• Senza categoria

Contro il qualunquismo… Agitazione, organizzazione e studio!

PARTE 1- Un invito allo studio e alla riflessione. Il leghismo, il fenomeno Grillo, la nascita e la crescita di movimenti prepolitici populisti nascono dal nulla o sono figli di un processo storico?
Non è un tema accademico, ma la domada che apre ad un’analisi affinchè la sinistra di classe e rivoluzionaria intervenga in questo nuovo contesto.

Terry Eagleton l’autore che da pochi giorni ha pubblicato un suo nuovo lavoro: “Perchè marx aveva ragione”, ha affrontato il tema della “postmodernità” in “Illusioni del postmodernismo”.
Nell’attesa di poter leggere la nuova ricerca di Eagleton suggeriamo in tempi di “anti-politica” un lavoro di ricerca che fa luce su alcuni aspetti dell’attuale zeitgeist (spirito del tempo).
E’ un tema delicato, a cui entro breve dedicheremo molta attenzione.

Per il momento invitiamo a leggere:
Illusioni del postmodernismo – Terry Eagleton Ed. Riuniti

Il postmodernismo -con il suo rifiuto delle nozioni classiche di verità, oggettività, progresso e ragione, l’estremo relativismo culturale- sembra ormai parte integrante di una sorta di senso comune diffuso anche al di fuori delle cerchie intellettuali, dando a molti l’illusione di vivere in un’epoca che ha superato ogni illusione. I risultati di questo autoinganno sono un certo ambiguo culto dell’indeterminatezza, la perdita di consapevolezza storica, la rinuncia a ogni progetto di portata globale in favore di «micropolitiche» basate sulle identità di gruppo o su singoli temi.
I pensatori «postmoderni» che hanno cercato di dare dignità teorica a questo senso comune non sono il vero obiettivo di Eagleton; a essere chiamata in causa è piuttosto l’«ideologia nascosta» della nostra epoca, una visione dell’uomo e della società che scambia i propri dogmi per dati di fatto naturali e incontrovertibili, che si vorrebbe astorica o postideologica, ma è invece storicamente determinata. Se Eagleton esplora con ironia i luoghi comuni, le contraddizioni, le ingenuità del pensiero postmoderno, non è per riportarci a un’epoca di granitiche certezze ideologiche, ma per ricordarci che il ripudio dei valori «tradizionali» del pensiero socialista rischia di azzerare ogni speranza di emancipazione umana e ogni possibile alternativa alla realtà esistente.

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.