• Senza categoria

Fatto gravissimo oggi alla Same di Treviglio: un dirigente della Same investe ai cancelli un delegato della Fiom

4 novembre 2010Stamattina durante il presidio organizzato dalla RSU Fiom della Same di Treviglio, un dirigente dell’azienda, Angelo Ripamonti, forzando i picchetti con l’automobile, ha volutamente investito un delegato della Fiom Cgil. Ora il delegato è ricoverato in pronto soccorso all’ospedale di Treviglio.
I fatti sono accaduti verso le 9 e un quarto. Ancora più grave è il fatto che il dirigente, subito dopo aver investito il delegato, non ha prestato soccorso e anzi ha avuto l’arroganza di minacciarlo, chiedendo nome cognome e numero di matricola.

Ecco chi sono i veri violenti! Questo è il clima che ha creato Same in queste settimane.

I lavoratori della Same erano in presidio di fronte ai cancelli dell’azienda per protestare contro la decisione dell’azienda di interrompere il tavolo della trattativa per il rinnovo del contratto aziendale. Dopo i fatti accaduti il 30 settembre scorso, infatti, l’azienda ha scritto tramite Confindustria di Bergamo una lettera al segretario della Fiom di Bergamo, dichiarando che non è disponibile a riaprire il tavolo di trattativa, fino a quando non saranno presi provvedimenti contro il funzionario della Fiom che segue l’azienda e i delegati della Rsu Fiom. Per riaprire il tavolo della trattativa, la Rsu Fiom e i lavoratori della Same sono in mobilitazione da giorni.
La posizione dell’azienda è infatti inaccettabile e quanto accaduto oggi gravissimo.

A nome di tutta la Fiom Cgil di Treviglio esprimo piena e totale solidarietà al delegato vittima degli incidenti di stamattina.

A fronte della gravità di quanto accaduto, chiedo alla direzione della Same di prendere urgentemente provvedimenti contro il dirigente responsabile del gravissimo fatto avvenuto stamattina.

Simone Grisa (Fiom Cgil Treviglio) e la RSU Fiom Same

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.