• Senza categoria

E’ troppo “politico” il blog del PCL Forlì-Cesena ?

E’ una domanda che spesso in redazione ci poniamo ma alla quale non è facile dare una risposta.
Forse, molti che ci visitano per la prima volta, poi non ritornano.
Questo, probabilmente, è dovuto alla densità di articoli di teoria ed analisi storico-politica che, oggettivamente, sono di difficile comprensione per chi non è attrezzato per orientarsi in un simile contesto.
D’altra parte se assecondassimo la diffusa ignoranza politica (che in genere non è una colpa ) faremo esattamente ciò che fanno i partiti e mass- media al servizio dei padroni: un bel polpettone truffaldino di luoghi comuni buono per vendere al “popolo bue” merce adulterata in cambio di consenso elettorale.
Certo, occorrerà fare uno sforzo per rendere più fruibile il blog nel suo complesso, magari inserendo più “articoli” legati agli avvenimenti locali e usando un linguaggio più semplice nel senso di leggibilità; ma non è facile, primo perché non siamo dei letterati e secondo perché dovremmo essere più numerosi ad impegnarsi in questo progetto.
Comunque, nota positiva, le visite al nostro blog, in un anno, sono più che triplicate e questo è dovuto, per primo, alle nostre iniziative sul territorio ma anche al netto miglioramento dell’aspetto e dell’organizzazione grafica.
Ci siamo posti anche il problema di raggiungere quelli che non hanno internet (e sono molti) con la possibilità di scaricare gli articoli sotto forma di giornale cartaceo (Opposizione comunista).
Qui però sorge il problema della distribuzione e della stampa che sono legate alla crescita del partito sul territorio.
(Sollecitiamo chiunque condivida le nostre posizioni a diffondere O.C. e far conoscere il blog).

In conclusione, insieme alle difficoltà, ci sono forti potenzialità di miglioramento.
Questa, fin dall’inizio, si è basata sulla certezza che chiunque, (potenzialmente) è in grado di prepararsi politicamente; cioè dotarsi degli strumenti necessari per comprendere i propri interessi di classe, sempre che ci sia qualcuno che, condividendo gli stessi interessi, non esiti a proporglieli.
E noi con i nostri limiti cerchiamo di fare questo.
Ovvio che ognuno è libero di accettare o meno le nostre idee, ma attenzione il libero arbitrio o le opinioni personali c’entrano poco.
La politica non si riduce alla questione elettorale ( che ne è solo parte e non la più importante ) ma un insieme più complesso, culturale, storico, organizzativo e tecnico, relativo ad interessi economici in continuo conflitto fra di loro.
Per questo non esiste una verità politica talmente oggettiva da poter essere condivisa da tutti, ma solo teorie economiche e sociali di classe, che la borghesia, in quanto classe dominante nel capitalismo, impone a tutti tramite una varietà di strumenti che per essere contrastati vanno conosciuti e indagati in ogni loro aspetto.
In conclusione, chi vuole “ribellarsi” davvero a questa dittatura sapientemente mascherata da democrazia, deve saper prevedere le conseguenze delle sue azioni e per far questo, prima di agire, deve studiare e conoscere, anche per questo nei prossimi mesi saranno organizzati dei corsi di studio sul marxismo (chi vuole prenotarsi, può farlo, inviando una mail a: pcl-fc@libero.it).

Opposizione Comunista novembre 2010 – Leggi fa circolare passa all’azione!

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. caneliberonline ha detto:

    Salve compagni, un bel post, racchiude tutte le difficoltà del momento che stiamo attraversando, riguardo la propaganda politica e allo stesso tempo, uno slancio a migliorarsi. L'autocritica che fate, che poi in realtà non e' proprio cosi' che stanno le cose, parlo del linguaggio e del troppo “politico”, perche' tutto sommato 1) il linguaggio che usate secondo me non e' cosi' ristretto a pochi, e' comprensibile e scorrevole, cosa che molti compagni sulla rete, pare che fanno a gara per essere piu' incomprensibili possibile per cercare di dare sfoggio di cultura e conoscenza.
    2) troppo politico…..bene, ma di cosa volete parlare con un blog ispirato alla IV Internazionale con rifermento partitico al PCL?
    IO pur essendo un simpatizzante del PCL, ho scelto di non fare da megafono fisso al Partito, con questo
    atteggiamento ho avvicinato molti Compagni, che ora mi seguono, sia sul blog che su facesbook.
    La vostra pero' e' un altra scelta, quindi e' giusto che vi poniate il problema , questo vi fa onore.
    Per quanto mi riguarda spesso vi ho proposto le mie amicizie su facesbook, vedro' di inviarne altre.
    Con questo termino e vi mando un saluto a pugno chiuso e un hasta siempre, VENCEREMOS
    se vi garba date uno sguardo al mio blog e datemi un vostro parere, Tutti dobbiamo migliorarci se vogliamo crescere.

  2. Anonimo ha detto:

    Ciao e grazie per il contributo alla riflessione. Per quanto riguarda facebook è uno strumento che non stiamo usando in modo frequente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.