• Senza categoria

Combattere l’ipocrisia di Stato


Riceviamo e pubblichiamo – Venerdì 11/12/09 mi sono recato c/o la G.di F. di L’Aquila per la verifica dei documenti richiesti x l’assegnazione. La mia casa è classificata E e si trova in zona rossa. Tutto ok, però mi è stato detto di avere pazienza perché per avere l’assegnazione, ci sarebbe voluto un po’ di tempo, visto la mancanza di alloggi e l’alto numero di famiglie richiedenti.
Mi sono messo l’anima in pace e siamo ritornati sulla costa, dove ci troviamo dal 6 aprile. Dopo 5 giorni rivengo contattato e mi dicono di recarmi a L’Aquila per la firma del contratto di assegnazione. In quel momento non sapevo se essere contento o no. Ci siamo chiesti “ma 5 giorni fa le case non c’erano, come mai ora ce ne assegnano una?” Il “bel regalo di Natale” l’ho avuto al momento della firma.
Ci è stato assegnato, siamo in due, uno “stupendo monolocale” anzi “monoloculo” di ben 25mq, si avete capito bene 25 mq dove vivere per i prossimi 10 anni nell’attesa che sia ricostruito il centro storico. Una stanza di 25mq con:

– divano letto
– cucina
– armadio nella cucina
– bagno.

Vi assicuro che questo Natale come potete immaginare era già tristissimo, ma in questa situazione mi sento veramente deluso, avvilito, sfiduciato…
Questa è la situazione mia e di altre coppie e famiglie e non quello che fanno vedere in tv o sui giornali dove dicono che la consegna delle case va avanti e che a Natale la maggior parte delle persone avrà un tetto sulla testa.
Sapete cosa mi è stato risposto dalla Protezione Civile alle mie giustificate rimostranze?
Che entro il 31/12/09 devono infilare dentro le C.A.S.E. il maggior numero di gente possibile e quindi o firmi o rinunci e se non firmi esci dal progetto C.A.S.E.
Tutto questo andando anche contro la legge perchè il Decreto Ministeriale Sanità del 5 luglio 1975 all’ART.3 stabilisce quanto segue : “l’alloggio
monostanza, per una persona,deve avere una superficie minima, comprensiva dei servizi, non inferiore a mq 28, e non inferiore a mq 38, se per due persone .”
Cordiali saluti e Auguri di Buone Feste se possiamo chiamarle così.
A.G.

Condividi:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.